Green Life — 20 ottobre 2011 02:11

Auto a idrogeno, un progetto per l’ambiente

Presentati a Firenze, durante il convegno organizzato da Università di Pisa e Regione Toscana, i risultati della ricerca “Progetto H2 filiera d’idrogeno”, affidata tre anni fa alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa e a cui ha collaborato anche la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, finanziata dal Cipe (Comitato interministeriale di programmazione economica) per circa 5 milioni di euro.

La vicepresidente della Regione Toscana Stella Targetti si è congratulata per il livello raggiunto dalla ricerca regionale, sottolineando le possibili ricadute in termini di trasferimento tecnologico sul territorio. Alcune aziende come Piaggio, Acta, Edi, Pont-Tech hanno già mostrato interesse. A breve sarà quindi realizzato un prototipo di veicolo commerciale basato sul modello del Piaggio Porter. Il motore di questo nuovo mezzo è già stato realizzato e un team di ingegneri e tecnici, che è al lavoro per testarlo.

L’Università di Pisa, in collaborazione con la Scuola Sant’Anna, ha lavorato in due direzioni: la creazione di veicoli con motori che utilizzino direttamente l’idrogeno come combustibile, al posto di benzina e gasolio, ma anche su veicoli elettrici alimentati con celle a combustibile, che usano cioè l‘idrogeno per produrre energia elettrica che, fa a sua volta muovere il veicolo.

Buona parte del convegno di Firenze è stata dedicata a illustrare lo stato delle ricerche, mostrando al pubblico i risultati raggiunti in un settore in lento ma continuo sviluppo. Esperti e operatori del settore, insieme a rappresentanti del mondo politico, hanno proposto una riflessione sullo sviluppo futuro della mobilità basata sull’uso dell’idrogeno come vettore di energia attraverso veicoli Zev (Zero Emission Vehicles) economici ed efficienti.

Lascia un commento

— required *

— required *