RUNNING, TRIATHLON E TRIFITNESS

Viviamo lavoriamo e ci relazioniamo spontaneamente o “forzatamente” con le persone, ci preoccupiamo del nostro sostentamento, non sempre della nostra salute; a volte veniamo travolti dalla “frenesia della vita moderna”. Non sempre possiamo scegliere quello che facciamo o le persone con le quali lavoriamo. Costruiamo relazioni personali affettive che ci portano inevitabilmente ad occuparci delle persone a noi vicine. E non è finita! Potremmo continuare in questo elenco di attività che richiedono un’enorme quantità di energia.

In un contesto di questo tipo lo sport può rappresentare un vero e proprio momento da “dedicare” a noi stessi. Non che senza sport non si possa vivere, ma senza dubbio praticare attività sportiva oltre a produrre effetti benefici che ormai sono noti a tutti da anni, può rappresentare un momento in cui decidiamo di non essere lavoratori, genitori, mariti, mogli, figli, studenti e fidanzati. L’elenco potrebbe essere veramente lunghissimo.

Siamo noi stessi e per quel periodo di tempo possiamo non pensare al fatturato aziendale o ai problemi che abbiamo con il capo-area piuttosto che al litigio con la fidanzata o con il nostro amico. È in questo senso di “liberazione” dagli schemi di vita quotidiani che lo sport può essere interpretato come un’eccezionale opportunità per “pensare a se stessi”.

CI VUOLE QUALITÀ

Se il tempo che possiamo dedicare a noi stessi e nel caso specifico allo sport, è limitato dai molteplici impegni e attività, diventa praticamente fondamentale poter esercitarsi con gli adeguati interventi sotto il profilo qualitativo. Questo è uno dei motivi che mi ha spinto a “mettermi in gioco” e ad attivare il sito multisporting.it dedicato alle consulenze di allenamento relative al running, al Triathlon e al Trifitness. La mia “estrazione sportiva” riguarda uno sport totalmente diverso da quelli per i quali offro la mia consulenza; 20 anni di canottaggio di cui 15 ad altissimo livello, mi hanno “regalato” enormi soddisfazioni (8 titoli di Campione del mondo e una partecipazione Olimpica ad Atlanta nel 1996) e un bagaglio eccezionale di esperienze affiancato da studi specifici in materia (diplomato Isef a pieni voti). Nel 2003 mi sono avvicinato al mondo del Triathlon e ad oggi ho all’attivo sei Ironman e quattro maratone.

Grazie a tutte le esperienze maturate e ai continui aggiornamenti, mi sono trovato nella condizione di poter attivare questa attività di consulenza nata appunto per fornire suggerimenti ad amici ed esaudire richieste tecniche che molte persone mi fanno con una certa regolarità. L’assistenza che mi propongo di fornire a chi chiede di essere seguito da me, non è solo di tipo tecnico. Mi impegno ad assicurare un supporto che sia favorevole e rassicurante anche sotto il profilo psicologico, a partire dalla scelta ponderata degli obiettivi, per passare dall’atteggiamento mentale da mettere in pratica nel tentativo di raggiungimento dei propri propositi, concludendo con un’attenta ed equilibrata analisi dei risultati ottenuti.

COME SI SVILUPPA LA CONSULENZA

Nella pratica la mia consulenza si concretizza nella stesura di programmi di allenamento personalizzati, studiati e ponderati sulla base delle caratteristiche ed esigenze dei richiedenti. Per arrivare a questo risultato è necessario compilare un questionario tramite il quale ricevo le informazioni necessarie per la valutazione delle caratteristiche atletiche, personali. Una volta raccolti tutti questi dati, sono nelle condizioni per “iniziare” il mio lavoro di consulenza, e mi attivo per elaborare una tabella personalizzata che tenga conto non solo della condizione fisica del momento, ma anche della conduzione dello stile di vita personale professionale.

Periodicamente richiedo la verifica dei programmi di allenamento tramite la compilazione del “diario di allenamento”; preziosissimo strumento grazie al quale si raccolgono ulteriori informazioni. Sulla base delle informazioni raccolte si apportano o meno modifiche al piano di allenamento personalizzato.

La personalizzazione che si concretizza nel contatto, nella raccolta di informazioni nella stesura delle tabelle, nelle verifiche periodiche, nei feed-back richiesti e nell’assistenza telematica e telefonica, si differenzia “totalmente” dall’utilizzo di tabelle che si trovano ormai ovunque ma che non sempre possono essere congeniali a tutti.

Andrea Re

Insegnante Educazione motoria, fisica e sportiva Scuola media di Giussago (PV)

Campione del mondo di canottaggio Ironman di Triathlon

are1963@libero.it

www.andreare.it

www.multisport3ining.it

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*