Salute — 20 gennaio 2012 10:00

A cosa serve piangere?

Le lacrime sono indispensabili per la salute dei nostri occhi. Inumidendoli, assicurano la trasparenza del cristallino (la lente che focalizza le immagini che noi vediamo sulla retina). Inoltre hanno una funzione protettiva: contengono una sostanza lubrificante viscosa e antibatterica e degli anticorpi che contrastano le infezioni.

Le lacrime nutrono poi le cellule della cornea, fornendo sostanze nutritive e ossigeno. Per espandere le lacrime sulla superficie dell’occhio gli esseri umani chiudono gli occhi circa 15 volte al minuto. Il liquido lacrimale è prodotto dalla ghiandola omonima. La sua dimensione e la sua forma ricordano una mandorla. Si trova in una cavità dell’osso frontale, esattamente sopra e a lato del bulbo oculare. I liquido fuoriesce attraverso goccioline espulse a una velocità di circa 0,1 ml all’ora. Il surplus viene espulso attraverso il canale naso-lacrimale collegato al naso. Per questo motivo quando si piange a volte il naso cola.

Si lacrima quando qualcosa entra nell’occhio, un corpo estraneo, o a contatto di una sostanza tossica. Emozioni dolorose, improvvise e intense possono provocare il pianto, così come un semplice sbadiglio. È curioso notare che le lacrime legate alle emozioni contengono proteine e ormoni, a differenza di quelle “automatiche”.

Fonte: Blog Santé.info

Lascia un commento

— required *

— required *