Destinazioni — 24 febbraio 2012 10:14

Cioccolatò, il cibo degli dei a Torino

O ci vai o ci sei: sarà questo il claim dell’edizione 2012 di Cioccolatò, la manifestazione che la Città di Torino dedica al cioccolato per il nono anno (il secondo dell’organizzazione Apice Srl), in programma dal 2 all’11 marzo prossimi.

Un chiaro invito a non mancare, che si sia torinesi o turisti, perché è un’occasione imperdibile di conoscere il cibo degli dei, di approfondire la tradizione cioccolatiera di Torino e del Piemonte e di divertirsi con le tante iniziative proposte: incontri con gli esperti, degustazioni, attività culturali e di animazione, iniziative ludico-didattiche per bambini, legate al cioccolato made in Italy e internazionale.

E per trovare meglio la strada per Cioccolatò… basterà seguire la mappa stradale, che nell’immagine simbolo dell’edizione 2012 diventa insolito incarto del Gianduiotto piemontese, portando dritto dritto nel cuore della migliore tradizione cioccolatiera locale. Un’immagine curiosa e sorprendente che accompagnerà tutta la comunicazione di Cioccolatò.

Organizzato dal Gruppo Apice, Cioccolatò gode del patrocinio della Città di Torino, della Provincia di Torino, della Regione Piemonte, di UnionCamere Piemonte e della Camera di Commercio I.A.A. di Torino, oltre che delle principali associazioni di categoria, quali Ascom, Confesercenti, Cna, Confartigianato e Casartigiani.

Prestigiosa anche la presenza, per la prima volta a Torino, dell’Academy of Chocolate di Londra che ha scelto Cioccolatò per selezionare alcuni dei migliori cioccolati italiani a cui assegnare il proprio ambito riconoscimento. Dal 6 all’8 Marzo, i giudici internazionali si riuniranno nel capoluogo piemontese per degustare i diversi cioccolati italiani in concorso. E solo il 9 si saprà quali sono stati giudicati i migliori.

“Nel solco della migliore tradizione enogastronomica del nostro territorio, ogni anno Cioccolatò si conferma uno dei più attesi appuntamenti della città. – sottolinea Maurizio Braccialarghe, Assessore alla Cultura, Turismo e Promozione della città – Un’iniziativa come questa non può essere etichettata come un semplice evento ludico. In Cioccolatò c’è molto di più. Questa manifestazione, ogni volta, ha il piacere di stupire i molti avventori con un’esperienza irripetibile, con l’Arte del Gusto, ascrivendosi a pieno titolo nel novero delle più interessanti iniziative culturali della città.”

Tra gli obiettivi prioritari della manifestazione c’è il maggior coinvolgimento della città, a partire dagli operatori, che saranno ancor più protagonisti.

“Cioccolatò si svolgerà prevalentemente in Piazza Vittorio Veneto –afferma il Direttore Artistico di Cioccolatò Eugenio Guarducci– ma sarà l’intera città ad essere protagonista attraverso il cioccolato. La nostra intenzione è quella di creare occasioni di incontro tra i produttori e il pubblico e per questo ripeteremo iniziative di lavorazione in diretta del cioccolato da parte dei maestri cioccolatieri e pasticceri e, addirittura, porteremo in piazza anche le attività di degustazione, aprendole ad un pubblico più ampio.

Confermiamo e rafforziamo per il prossimo anno tutti gli obiettivi posti nel 2011, compresa una intensa attività di promozione dell’iniziativa all’estero.”

Tra le novità salienti della prossima edizione emerge, infatti, la grande area in Piazza Vittorio, polo unico in cui saranno effettuati, ogni giorno, corsi di cucina e di pasticceria a base di cacao e cioccolato, attività didattiche per bambini, laboratori di lavorazione in diretta del cioccolato da parte dei maestri cioccolatieri torinesi e le seguitissime degustazioni guidate dagli esperti.

Anche ristoranti, bar ed esercizi commerciali del centro città saranno coinvolti dalla kermesse e si animeranno con speciali iniziative a tema cioccolato, come i Menù tutto cacao, aperitivi e golosi abbinamenti ideati appositamente in omaggio a Cioccolatò.

Torna, per il secondo anno, il Gianduiotto Award, il riconoscimento assegnato nell’ambito di Cioccolatò dalla Città di Torino, in accordo con le altre istituzioni locali e con le associazioni di categoria, a un produttore locale che, con la sua attività e i suoi prodotti, si sia distinto per la valorizzazione e la promozione tradizione cioccolatiera torinese. Il premio sarà consegnato nell’ambito del Gianduiotto Day, la giornata dedicata al cioccolatino simbolo della produzione cioccolatiera piemontese, durante la quale il pubblico potrà gustare la migliore produzione locale di gianduiotti e conoscerne ogni segreto.

Infine, per celebrare la ricorrenza dell’8 Marzo, Cioccolatò ha in calendario per quella giornata una serie di iniziative “rosa” sul tema Cioccolata e Donna, con incontri, mostre, convegni che avranno come protagoniste le donne del cioccolato.

In occasione di Cioccolato saranno disponibili anche speciali pacchetti turistici realizzati da Turismo Torino e Provincia, un’occasione imperdibile per gustare al meglio, la città, le sue eccellenze artistiche, architettoniche ed enogastronomiche e la ricca tradizione del cioccolato piemontese.

 

Lascia un commento

— required *

— required *