Chi mangia troppo ha problemi di memoria

La notizia arriva dall’associazione di neuropsicologi Assomensana, in occasione della Settimana di prevenzione per la memoria: mangiare troppo indebolisce la capacità di ricordare. Secondo i dati dell’Oms, chi ogni giorno introduce tra le 2.100 e le 6 mila calorie si espone a molti rischi, come diabete e patologie cardiovascolari, correlati a cibi poco salutari, tra cui fritti e dolci. Anche la memoria risente della scarsità di nutrienti benefici e dell’abbondanza di sostanze potenzialmente nocive. Dedicarsi oltre il dovuto al mangiare impegna troppo il sistema digerente a scapito degli altri apparati, “perché nega il sufficiente apporto di sangue e ossigeno ad esempio alle aree cerebrali e alla loro espressione cognitiva”. Per rallentare quindi il decadimento della memoria, il consiglio è di ridurre le calorie quotidiane e di modificare la dieta.

Fonte: Staibene

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*