SOS inquinamento acustico

Tagliare il livello del rumore del 39% produrrebbe risparmi per il sistema sanitario europeo nell’ordine di 326 miliardi di euro in 20 anni. A sostenerlo è uno studio commissionato dal ministero dell’Ambiente olandese all’istituto di ricerca indipendente TNO. Secondo lo studio i progressi che l’Europa sta facendo nella riduzione dell’inquinamento acustico sono troppo limitati e troppo lenti, da qui la necessità di dare nuovo impulso alla campagna contro l’inquinamento acustico.

Sul banco degli imputati il rumore provocato dal traffico stradale, secondo lo studio il 44% della popolazione europea, 220 milioni di persone, è sottoposto a livelli di rumore superiori ai 55 decibel, soglia oltre la quale è necessario alzare il tono della voce per essere sentiti e si cominciano a percepire sovraffaticamento del timpano. Il rumore del traffico inoltre può aumentare la pressione sanguigna, provocare problemi cardiovascolari, ipertensione e malattie mentali. Può anche causare insonnia e scarso rendimento sul lavoro.

Fonte: Adnkronos

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*