Morosini, stupide domande

Il calciatore Piermario Morosini è morto nel campo di calcio. Una cosa terribile che a 25 anni non dovrebbe succedere. Ma così tante e continue news non le avevo mai sentite. In tutte le tv servizi, a tutte le ore… E mi sono chiesta, perché un continuo voyeuristico martellare di commenti, lacrime e le solite “stupide ed invasive” domande: “Ma lei come si sente? Come era da bambino?”

Capisco la necessità della notizia ma quanti ragazzi muoiono al giorno? In tutti i paesi. Allora una tentativo di risposta. Parlare della morte è difficile, accettarla come fatto della vita è inaccettabile a 25 anni.

Ma forse dovremmo riflettere e far sì che non sia un argomento che terrorizza, che impietrisce… altrimenti le personalità si formano sulla negazione della morte, con tutto quello che consegue, anche i continui ed estenuanti programmi televisivi.

Leopolda Pelizzaro Frisia

Psicoanalista S.P.I – I.P.A.

leopoldapf@tiscali.it

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*