Lo stress da email

Secondo uno studio effettuato nell’Università della California a Irvine le conseguenze del continuo flusso di email cui sono spesso sottoposti gli impiegati negli uffici sarebbero stress e scarsa concentrazione. Se invece la posta elettronica viene messa a tacere gli interessati riescono a concentrarsi molto più proficuamente sulle attività che stanno svolgendo. Grazie a dei cardiofrequenzimetri attaccati ad alcuni volontari al lavoro in un ufficio si sono “fotografati” il battito cardiaco e si è indagato il comportamento davanti al pc. Le persone che leggevano le email di lavoro cambiavano finestra due volte più spesso delle altre, e sono risultate in un costante stato di allerta. Gli altri, cui è stata disattivata la posta elettronica per 5 giorni, hanno mostrato frequenze cardiache più normali.

Fonte: Corriere.it

 

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*