LnB Motion, toccasana per i muscoli

L’equilibrio muscolare è uno dei pilastri portanti della salute, ma spesso lo si trascura. LnB Motion, ideato dopo 25 anni di esperienza in varie discipline orientali dai coniugi tedeschi Liebscher & Bracht (lui ingegnere e lei medico), ribilancia a tutti gli effetti l’apparato muscolo-scheletrico, apportando  un grande, e forse inaspettato, benessere generale e grande vitalità. Questa vera e propria rivoluzione nel mondo della ginnastica a corpo libero,  che sta letteralmente spopolando in Germania dove è adottata dalla Nazionale di calcio e dagli atleti che si stanno preparando alle prossime Olimpiadi, viene insegnata in Alta Val Badia  al Posta Zirm Hotel di Corvara (unico in Italia), con facili e rapidi corsi: una volta appresi, è importante che gli esercizi si ripetano periodicamente a casa propria per mantenere l’equilibrio muscolare ideale.

Wellness Oggi ha intervistato Roland Liebscher.

Come nasce il metodo?

L’ LnB-Motion è una scuola di movimento, una sorta di ginnastica particolarissima, che è stata ideata e messa a punto insieme al LnB-Painless (la parte terapeutica di trattamento del dolore) in  oltre 20 anni di studi sulle cause del dolore e di esperienze relative alla sua cura e prevenzione. È un metodo che, una volta appreso, può essere eseguito con grande facilità ovunque: infatti non necessita né di attrezzi, né di particolari indumenti o di tanto spazio. Il balcone di un hotel di fronte a un panorama montano, la riva di un lago, una stanza di casa vostra sono già sufficienti per praticarlo. Il beneficio di una sessione di LnB-Motion, che può anche durare non più di 16-18 minuti, è semplicemente indescrivibile. Per conoscere meglio il metodo e capire di cosa si tratta, vi  consigliamo l’attenta lettura di questo piccolo opuscolo.

Come funziona l’LnB-Motion e per chi è indicato?

Ogni movimento, ogni distensione, ogni esercizio di rafforzamento si orienta al proprio corpo e alle proprie capacità. È dunque indicato a tutte le persone e a tutte le età. Ognuno decide il proprio livello ascoltando il proprio corpo. Non é una scuola di movimento tradizionale, ma piuttosto una scuola di movimento nata e ideata in base ai più recenti studi dell’anatomia. È il corpo stesso a definire le sue necessità e stabilire i suoi limiti. Il Metodo Liebscher e Bracht parte dal presupposto che se il nostro corpo viene stimolato come è geneticamente predisposto, ritorna a funzionare nel migliore dei modi in tutta la sua integrità. Si libera datossine e scorie accumulate negli anni, le strutture si rigenerano e il nostro sistema di autoguarigione riprende la totale funzionalità. Tutto ciò impedisce che nascano tanti piccoli dolori ed evita, ad esempio, che dopo un trattamento anti dolore secondo Liebscher e Bracht, si ristabilisca uno stato di squilibrio muscolare, causa del 90% dei dolori. Chiedere al nostro corpo di eseguire tutti i movimenti per i quali è stato geneticamente predisposto significa attivare tutte le sue funzionalità biologiche, le strutture si rigenerano, il corpo ritrova forza, resistenza e elasticità originaria. La corretta e regolare pratica ha un effetto benevolo su tutto il corpo.

Per quale motivo tante persone  si ammalano a livello motorio?

Il nostro corpo è costruito per eseguire dei movimenti molto complicati, come per esempio l’arrampicarsi sugli alberi o sulla roccia. E’ solo in seguito alla nostra vita moderna che è sparita la necessità di muoversi sfruttando tutte le funzioni alle quali siamo predisposti: pensate che lo stile di vita moderno richiede solamente circa il 15% dei movimenti possibili. Il corpo si adatta lentamente a questa “richiesta” e con il passare del tempo lascia degenerare la forza, l’elasticità e la tonicità per tutti i movimenti che non vengono eseguiti con regolarità.

La vita sedentaria che problemi può procurare al nostro sistema muscolare?

Quante ore passiamo seduti al giorno? Dieci? Quindici? Venti o più? Alcuni di noi passano fino a 23 ore al giorno seduti: di prima mattina a fare colazione, poi in macchina, poi in ufficio, poi in macchina di nuovo, poi al cinema, al ristorante e molti di noi dormono anche con le ginocchia piegate. Non usiamo una grandissima parte delle capacità motorie possibili e per le cui siamo predisposti e i pochi movimenti che spesso facciamo e chiamiamo sport sono estremamente unilaterali (bicicletta, corsa, palestra). Per questa ragione si creano nel nostro apparato gravi squilibri muscolo-dinamici dati da accorciamenti (o allenamenti unilaterali di una parte della muscolatura soltanto), che sono la causa di innumerevoli dolori avvertiti dal nostro corpo. L’accorciamento muscolare, ma anche delle fasciali e dei tessuti circostanti, fa sì che i movimenti vengono effettuati progressivamente con sempre maggiore difficoltà. Si può paragonare  al viaggiare in macchina tirando di volta in volta sempre più il freno a mano:pensate a cosa accade! Di pari passo e a causa di squilibri muscolo-dinamici, che aumentano con il passare del tempo, aumenta la difficoltà nel muoversi e subentrano le prime limitazioni. Anziché contrastare questo sviluppo, evitiamo istintivamente questi movimenti, innescando una spirale che sempre più ci limita nei movimenti, forzandoci col tempo anche a rinunciare a numerose attività che svolgevamo con piacere. Ed è, per esempio, proprio per la mancanza di movimento che si può formare l’artrosi, che i dischi intervertebrali si assottigliano (schiacciamenti), oppure esce un ernia. Oltre il 90% dei dolori, al giorno d’oggi, sono dovuti proprio a questo. Manca l’energia che biofisicamente viene creata attraverso il movimento, e può addirittura aumentare il rischio di osteoporosi. Inoltre gli organi interni lavorano minimamente, manca ossigeno nei tessuti e diminuisce quindi la detossinazione dalle scorie dal corpo, che col tempo si ammala.

Le proposte dell’hotel Posta Zirm

Dal 16/6 al 23/6/2012 da  584 euro più 130 euro per il corso.

Totale euro 714 per persona in stanza doppia (mezza pensione).

Dal 28/7 al 4/8.12 da 694 euro più 130 euro per il corso.

Totale euro 824 per persona in stanza doppia (mezza pensione).

 

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*