Il sonno nemico dell’obesità

L’obesità è sempre più diffusa nei paesi occidentali. In un report recente dell’Institute of Medicine americano viene ribadito il ruolo determinante di una corretta alimentazione e della regolare attività fisica per contrastare questa vera e propria piaga sociale, ma Stuart F. Quan, professore all’Harvard Medical School, si sofferma in un articolo pubblicato sull’Huffington Post sull’importanza del sonno come elemento di prevenzione dell’obesità. Negli ultimi 30 anni il numero di ore che si trascorrono dormendo è sensibilmente diminuito e ciò è strettamente collegato all’aumento delle persone in sovrappeso e obese. In particolare, parecchi studi hanno sottolineato come l’obesità sia più diffusa tra le persone che dormano meno di 6 ore per notte. Il sonno breve fa crescere i livelli di un ormone che stimola l’appetito riducendo quello che lo fa diminuire, mette in guardia Quan.

Fonte: Huffington Post

 

 

 

 

 

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*