Salute — 4 novembre 2013 13:56

Mangiare ci fa belli: l’intervista a Filippo Ongaro

Anti-aging e alimentazione: facciamo il punto.

Il dottor Filippo Ongaro è medico chirurgo, direttore scientifico dell’Istituto di medicina rigenerativa e anti-aging (Ismerian) e vicepresidente dell’Associazione medici italiani Antiaging (AMIA). Tra i suoi ultimi libri, Mangiare ci fa belli (Piemme). Wellness Oggi lo ha intervistato.

Oggi sta crescendo la consapevolezza dei benefici sul nostro organismo di un’alimentazione equilibrata e sana. Il suo ultimo libro prende in esame una serie di alimenti utili per disintossicare l’organismo e per contrastare l’invecchiamento. Quali sono i super-cibi che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola?

Non credo esistano dei super cibi ma una super alimentazione: tanta verdura e frutta di stagione, legumi, frutta secca, cereali integrali al 100%, olio d’oliva, proteine di buona qualità come pesce azzurro e carni magre… E il tutto nelle proporzioni giuste. L’Università di Harvard suggerisce metà piatto di verdure, l’altra metà da dividere tra cereali integrali e proteine. Molta acqua e frutta come snack.

Una massima attribuita a Ippocrate recita “Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo”. Quanto c’è di vero in queste parole?

Credo sia molto vera. Non significa che con il cibo si cura tutto ma che senza il cibo corretto è difficile curare qualsiasi cosa e soprattutto è impossibile fare vera prevenzione. La medicina moderna paradossalmente ha messo in disparte e snobbato molte delle cose che gli antichi ci hanno insegnato… E oggi ci si accorge che è stato un grosso errore.

Nella cura estetica ci si concentra su prodotti e trattamenti e non abbastanza sull’alimentazione. Quanto possono influire una dieta e particolari abitudini alimentari sulla nostra bellezza esteriore?

È fondamentale perché la nostra apparenza esteriore è un riflesso della salute interiore. Le terapie esterne funzionano solo se abbinate a quelle che lavorano dall’interno. Alla fine le cellulare hanno bisogno delle medesime cose, che siano quelle della pelle o del cervello: sembra strano ma è proprio questo che ci insegna la biologia molecolare.

Esistono cibi anti-stress che possono essere privilegiati in determinati momenti della nostra vita?

Non parlerei di specifici cibi ma di uno stile alimentare: bisogna limitare gli zuccheri e i cereali raffinati che destabilizzano la glicemia e rendono l’umore più variabile, abbondare con alimentari ricchi di magnesio in grado di rilassare, come frutta e verdura, ma anche noci e mandorle. Evitare di eccedere con il caffè, che agita, assumere cereali integrali che favoriscono l’entrata del triptofano nel cervello da cui si forma serotonina che rasserena e melatonina che favorisce il sonno, e non ridurre troppo le proteine, da cui si formano neurotrasmettitori come la dopamina, che dà sensazione di appagamento. Insomma, un approccio completo che magari includa anche attività fisica e tecniche di gestione dello stress.

mangiare ci fa belli

 

2 Commenti

Lascia un commento

— required *

— required *