Benessere — 16 giugno 2014 14:32

L’energia delle pietre

Cristalli, minerali e pietre: proprietà e virtù

bijouxLe pietre hanno un potere terapeutico? Possono influenzare la nostra personalità? Ne parliamo con Rita Frascione, imprenditrice e produttrice di gioielli per grandi firme nazionali e internazionali, a capo di Indaco, a Firenze, che fa del potere e dell’abbinamento di particolari pietre nella creazione di bijoux.

 

Pietre, cristalli e minerali possono realmente influenzare gli stati d’animo degli esseri umani? In che modo?

Conosciamo da trattati storici tramandati dai tempi di Ippocrate che le virtù delle pietre dure sono curative se utilizzate come “medicinali” o come potenziamento terapeutico abbinato a prodotti naturali. Nel tempo, il sapere legato alla pietra naturale ha avuto i suoi momenti di grande splendore con gli studi alchemici, con l’approfondimento delle scienze esoteriche e con tutta la cultura delle discipline olistiche che riguardano lo studio della natura. Riconosciamo alle pietre naturali virtù energetiche ma anche di guarigione, protezione e cura a difesa del male umano.
Quest’ultimo non è un’entità a sé stante, ma significa mancanza o assenza del primordiale e naturale stato di benessere e salute, condizione intrinseca alla perfezione della natura umana e terrestre.

Possiamo fare qualche esempio “pratico”: se una persona deve sostenere stati di concentrazione molto alta, o una fase introspettiva particolarmente profonda, l’Ametista tenuta tra le mani o appoggiata sulla fronte durante la meditazione è un grande aiuto.

Se invece si necessita di purificazione, la risposta è il Cristallo di Rocca, che lavorando come un polmone assorbe le energie negative e invadenti  dell’ambiente e restituisce luce.

La scelta di oggetti e ornamenti con pietre dure non dovrebbe dunque essere casuale ma oculata: quali consigli potete dare ai nostri lettori?

Generalmente accade che le pietre “parlino” alle persone più sensibili. Capita così che ci si senta attratti “inspiegabilmente”, a livello viscerale si può dire, da una particolare pietra.
Curiosamente poi, anche se si parte prevenuti sul suo colore (perché magari si ritiene che una determinata sfumatura non stia bene con il proprio incarnato), si scopre che la pietra ha caratteristiche che si confanno alla nostra vibrazione e energia, tanto da starci anche bene indosso. Molti si affidano alla pietra del segno zodiacale, ma questa è fissa, mentre noi tutti abbiamo sbalzi di vibrazione: l’energia interiore e quella storica, del mondo, non è mai la stessa. In questo periodo, ad esempio, ci stiamo allineando a vibrazioni superiori. Tutti sentiamo dei cambiamenti, molti hanno consapevolezza di percepire disagi: ecco, noi intendiamo questi fenomeni come mutamenti di vibrazione e energia che possiamo assecondare grazie all’aiuto delle pietre, per poter così stare bene.

Quali pietre hanno effetti positivi sul nostro umore e quali al contrario andrebbero tenute lontane?

Una delle nostre preferite è il Rutilio, pietra della conversazione con gli angeli e le forze celesti. Il Rutilio aiuta ad aprire canali che ci permettono di percepire la presenza di potenze superiori a cui potersi affidare nei momenti di difficoltà o sconforto. L’Opale, invece, è da tenere lontano: è troppo potente e può sconvolgere la mente.
Il Quarzo Rosa dissolve l’aggressività, indossandolo o tenendolo in tasca ci si sente più inclini a perdonare. La gioia di vivere la trasmettono in generale le pietre sul colore rosso, come il Corallo o la Corniola. Sono anche pietre adatte a proteggere contro la negatività. E poi non dimentichiamo la Conchiglia, che raccoglie le virtù del mare: profondità, introspezione, femminilità… tutte le persone sensibili all’elemento acqua dovrebbero indossarla.

Esiste una tipologia di pietra specifica per ogni personalità?

No, dipende dalla fase in cui ci si trova. Esiste come anticipato la divisione per segni zodiacali, ma è fissa. Nel caso la persona non riesca a scegliere da sola la pietra, allora interviene l’esperto che può guidare la selezione in base al problema da risolvere (capita che ci chiedano aiuto per riuscire a dormire, per ampliare i propri guadagni… insomma, le problematiche che affliggono l’individuo possono essere di tutti i tipi). Noi facciamo un test di terapia craniosacrale, entriamo in dialogo con le ossa della persona che lo richiede, cioè con la parte minerale del suo corpo, per ridare slancio al fluido vitale. La cristalloterapia, inoltre, è utile perché permette di eseguire dei test sui 7 chakra e capire quali vanno potenziati. Le problematiche più diffuse sono legate al V°, ovvero quello della comunicazione: le persone non riescono a esprimere il proprio sé, sentono dei blocchi a livello linguistico e comportamentale. In questo caso, consigliamo pietre sul blu-azzurro: Lapislazzulo, Turchese, Calcedonio… Ogni chakra è in sintonia con determinate vibrazioni di colore, da quelle del nero/rosso per il I°, a quelle del bianco/trasparente per il VII°, passando per le sfumature dell’arancio, del giallo, del verde, dell’azzurro-blu, del violetto…

In che modo possono essere impiegate le pietre dure per trattamenti “wellness”?

Possiamo fare qualche esempio: per chi sta cercando di perdere peso consigliamo pietre blu, mai quelle sul rosso. Chi desidera potenziare in generale la propria energia, ad esempio in casi di forte stanchezza psico-fisica, può usare il cristallo. Per la donna che vuole sentirsi bella c’è la Perla, che però, attenzione, non va mai riposta nel cassetto per troppo tempo o “muore”, perdendo le proprie virtù. L’uomo, invece, per sentirsi più attraente, deve puntare su minerali importanti come la Pirite, la Magnetite e la bellissima Labradorite, dai colori profondi e iridescenti.
Le pietre si possono indossare o tenere con sé, in tasca. Noi abbiamo una vasta collezione di pietre da palmo o di cluster, dalla forma particolare, che se ruotati in senso orario tracciando segni nell’aria potenziano le energie positive, se ruotati in senso antiorario, dissipano quelle negative.
Altrimenti, si possono usare le pietre seguendo l’approccio della Medicina Cinese, posizionandole sui meridiani e cercando i fulcri in cui potenziare l’energia o sbloccarla là dove si è fermata.

Lascia un commento

— required *

— required *