Benessere — 19 ottobre 2014 09:20

I 4 benefici dello yoga

Una pratica millenaria tra benessere interiore ed esteriore.

Lungi dall’ascetismo o dalla semplice moda fitness, lo yoga nella sua versione integrale e antica dà benefici concreti sullabenefici-yoga vita di ogni giorno.

O lo odi o lo ami: nell’immaginario collettivo lo yoga sembra essere una disciplina elitaria, dedicata soltanto a persone dalla spiccata spiritualità o dalle grandi doti meditative, oppure dall’altro lato, un trend da VIP. Nulla di tutto questo: lo yoga è una disciplina antichissima, che si basa sulle asana, cioè le posizioni, sulla corretta respirazione e sulla capacità di concentrarsi, ma nella sua versione integrale – quella presente ad esempio nei centri Parsifal Yoga Academy – consente applicazioni pratica sulla vita reale degli individui.

Ma quali sono i benefici che questa arte dona a chi vi si dedica?

  1. Imparare a camminare a testa alta, in senso proprio e figurato. Mantenere la schiena dritta non è un obiettivo da poco: la postura influenza, nel bene e nel male, non solo la nostra salute muscolo-scheletrica, ma anche il modo in cui viviamo la quotidianità. Smettere di tenere le spalle incurvate è fondamentale: una schiena diritta, con le vertebre ben distese, porta benefici a tutto il corpo… e anche all’umore.
  2. Guardare la vita negli occhi. Anche il modo in cui osserviamo modifica le percezioni: la capacità di concentrarsi, di escludere o includere elementi nel proprio campo visivo e di prestare minore o maggiore attenzione a diversi oggetti implica maggiore consapevolezza delle proprie priorità, a livello personale e professionale.
  3. Avere cura di sé. Una migliore percezione dei propri movimenti, della respirazione e dello spazio che si occupa nel mondo danno l’opportunità di rivalutarsi, di smettere di darsi per scontati o giudicarsi persone di “poco spessore”. Prendersi cura di sé è fondamentale, perché è il primo passo per riuscire a creare relazioni positive con gli altri.
  4. Lasciarsi conquistare dalla bellezza. Cioè capire che ognuno di noi è bello per ciò che è, sia fisicamente sia emotivamente, e che non bisogna lottare contro ciò che percepiamo come un nostro difetto o limite, ma accettarlo per ciò che è, perché ci rende speciali, ci rende ciò che siamo. Ovviamente, il miglioramento individuale è l’obiettivo, ma deve partire dall’amore per se stessi, e non da un giudizio negativo o peggio distruttivo.

Apprendere tecniche e strumenti concreti, che portino al benessere fisico e psicologico è utile per riuscire a gestire la vita con minore stress, più calma, più comprensione e consapevolezza di sé, degli altri e del flusso in cui tutti siamo immersi, rendendo più forti sia il corpo sia la mente.

 

Lascia un commento

— required *

— required *