Alimentazione — 22 giugno 2015 11:59

Urban Fitness e il progetto Smartfood

Oltre al fast training consulenze e programmi per un’alimentazione corretta.

urban fitness centro milanoSecondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, attualmente le malattie croniche sono la causa principale di morte nel mondo.

Nella maggioranza dei casi, i fattori di rischio sono pochi, conosciuti e prevenibili. Tra i principali, una dieta poco sana, l’inattività fisica e il consumo di tabacco. Globalmente, questi fattori stanno aumentando poiché le popolazioni tendono a convertire la propria dieta sempre più verso un’alimentazione ricca di grassi e zuccheri. Allo stesso tempo, il moderno stile di vita induce a ridurre notevolmente il tempo dedicato all’attività fisica. Questa situazione ha portato ad un drastico aumento del sovrappeso e dell’obesità.

La situazione è allarmante, considerando che, secondo quanto riportato dal Ministero della Salute, il 44% dei casi di diabete tipo 2, il 23% dei casi di cardiopatia ischemica e fino al 41% di alcuni tumori sono attribuibili proprio a sovrappeso e obesità che rappresentano il quinto più importante fattore di rischio per mortalità globale, con almeno 2,8 milioni di decessi all’anno nel mondo.

In risposta all’esigenza di svolgere l’attività fisica necessaria al benessere dell’organismo pur avendo poco tempo a disposizione, Urban Fitness, con un network di centri che consentono di svolgere in soli 20 minuti a settimana un lavoro equivalente a 4 ore di palestra, ha scelto di prendere parte all’iniziativa SmartFood: un progetto di ricerca in Scienza della Nutrizione e Comunicazione promosso dallo IEO – Istituto Europeo di Oncologia di Milano.”

La più recente e straordinaria frontiera della ricerca in ambito nutrizionale è proprio quella di individuare strategie per la modulazione dell’alimentazione al fine di ridurre il rischio di malattie croniche e aumentare l’aspettativa di vita.  Da qui nasce SmartFood, progetto di ricerca e divulgazione scientifica sui fattori protettivi della dieta per un nuovo approccio nutrizionale alla prevenzione.

Spiega la dott.ssa Lucilla Titta, coordinatrice del progetto: “Attraverso una dieta equilibrata l’organismo riceve,

Da sinistra, le nutrizioniste Krizia Ferrini, Francesca Ghelfi, Federico Servadio e Adriano Silvestri di Urban Fitness e Lucilla Titta del progetto Smartfood.

Da sinistra, le nutrizioniste Krizia Ferrini e Francesca Ghelfi, Federico Servadio e Adriano Silvestri di Urban Fitness e Lucilla Titta, coordinatrice del progetto Smartfood.

oltre a un apporto ottimale di nutrienti, anche sostanze che svolgono un ruolo protettivo o preventivo nei confronti di determinate malattie. Una corretta alimentazione riveste quindi un ruolo fondamentale nella prevenzione di molte patologie cronico-degenerative e dell’obesità che è, a sua volta, un fattore  di rischio per lo sviluppo di malattie cardiovascolari, tumori e diabete”.

Altro elemento da segnalare, è il legame che esiste tra corretta alimentazione e sostenibilità, un tema che riscuote grande interesse e di assoluta attualità, al centro anche di Expo2015.

Per la dott.ssa Francesca Ghelfi, nutrizionista SmartFood, “Nulla come il cibo sembra indicare il legame profondo che esiste tra salute e sostenibilità. Le evidenze scientifiche suggeriscono chiaramente che la dieta più protettiva per la salute è anche la più sostenibile: gli alimenti di origine vegetale preservano meglio la nostra salute, preservano meglio anche la salute del Pianeta, e sono i più economici”.

Grazie anche alla partnership con SmartFood, Urban Fitness diventa sinonimo di salute a tutto tondo, punto di riferimento  sempre più qualificato, capace di fornire preziose  informazioni anche in ambito nutrizionale.

Nell’ambito di questo progetto, i clienti Urban Fitness hanno l’opportunità di partecipare a incontri con i nutrizionisti del team SmartFood per conoscere le attività e gli studi del gruppo di ricerca.

Abbiamo posto a questo proposito tre domande ad Adriano Silvestri, socio-fondatore e responsabile sviluppo Urban Fitness.

Adriano Silvestri

Adriano Silvestri

Oggi si assiste a un paradosso: c’è sempre più interesse verso uno stile di vita sano, ma sembra un’impresa complicata conciliare tempo, lavoro e impegni con il wellness, inoltre, quando si parla di cibo, tra mode e leggende metropolitane, c’è spesso confusione su cosa sia salutare e cosa meno. La vostra collaborazione con Smartfood intende offrire una risposta a questa esigenza?

Esatto. Urban Fitness nasce proprio per rispondere all’esigenza di chi, pur avendo poco tempo a disposizione, non vuol rinunciare ad uno stile di vita sano. Non solo perché il nostro metodo di allenamento consente di svolgere in 20 minuti un lavoro che equivale a 4 ore di palestra, ma anche perché i nostri centri mirano a diventare sempre più veri e propri punti di riferimento per il benessere globale della persona. In uno stesso Centro ci si può allenare con il proprio personal trainer, ricevere consigli nutrizionali e usufruire di una serie di servizi (come i trattamenti di fisioterapia) che verranno introdotti e sviluppati nei prossimi mesi. La partnership con SmartFood si inserisce in questo progetto e gli incontri con i nutrizionisti del team, dedicati ai nostri clienti, hanno l’obiettivo di aiutare a fare chiarezza riguardo i principi di un’alimentazione realmente salutare e benefica per l’organismo.

In particolare, che tipo di servizio legato alla promozione di un’alimentazione sana e consapevoleinsalata di farro con verdure verrà proposto ai clienti di Urban Fitness? Prevedete incontri aperti oppure consulenze ad hoc rivolte al singolo cliente?

Oltre agli incontri collettivi con i nutrizionisti del team, a breve i nostri clienti potranno ricevere consulenze nutrizionali personalizzate presso i Centri Urban Fitness. Inoltre, nei prossimi mesi, introdurremo nei Centri alcuni snack certificati SmartFood (come, per esempio, piccole confezioni di frutta secca): cibi sani, in grado di fornire un corretto apporto di principi nutritivi, che proporremo in alternativa alle tradizionali barrette “spezza-digiuno”.

La vostra formula di centri per allenamenti super rapidi sta riscuotendo interesse e appare innovativa: come spiega questo successo e quali sono i vostri prossimi obiettivi?

Recenti ricerche di mercato evidenziano che, negli ultimi periodi, molte palestre stanno perdendo il loro appeal a causa, fondamentalmente, di tre fattori: scarsa innovazione dei macchinari e delle strutture, scarsa assistenza da parte del personale specializzato e concentrazione della clientela quasi totalmente nell’orario di punta. Urban Fitness, al contrario, utilizza tecnologie di ultima generazione, l’allenamento viene svolto con la supervisione di personal trainer dedicati altamente qualificati e specializzati e i risultati sono visibili già dopo poche sedute. Questi sono i nostri punti di forza. Per il futuro la nostra parola d’ordine è “espansione”: sia per quanto concerne la gamma di servizi offerti, come dicevamo, sia dal punto di vista della diffusione dei Centri sul territorio. Grazie al nostro sistema di franchising, infatti, Urban Fitness ha iniziato a espandersi capillarmente in tutta Italia.

Lascia un commento

— required *

— required *