Alimentazione, | Prima Pagina | — 3 novembre 2015 14:21

Dieta firmata o dieta classica?

Al di là dei testimonial famosi: il regime alimentare migliore per perdere peso

dieta per perdere pesoDukan, McKeith, Zona, Mediterranea, Scarsdale. Sono sempre più numerose le diete “firmate”, vale a dire che devono la loro fama al nome del loro inventore oppure al principio base che mettono in campo.

Ma quali sono i reali motivi per preferirle a un più classico e anonimo regime alimentare ipocalorico che non è stato battezzato con nomi altisonanti? La premessa che vale per tutti è che nulla è più personale della dieta e che nella scelta che si andrà a compiere non si potranno non valutare lo stile di vita che si tiene, la presenza di malattie, allergie o intolleranze e non da ultimo, la soggettiva disponibilità a compiere sacrifici per riconquistare il peso forma ideale. Fatta questa doverosa considerazione preliminare, ecco quali sono i vantaggi una dieta vip e quelli di una dieta più tradizionale.

A favore delle diete firmate

Di loro parlano pressocché tutti perché spesso sono le diete scelte dalle celebrities di Hollywood. È il caso, per esempio della dieta Protal meglio conosciuta come dieta del dottor Dukan, diventata famosa per essere stata praticata dalla duchessa di Cambridge Kate e dalla sorella Peppa Middleton. La loro forma sempre impeccabile è stata la migliore pubblicità che il nutrizionista francese Dukan potesse augurarsi: articolata in 4 fasi promette una disintossicazione dai carboidrati. Stesso discorso per la dieta McKeith. Madonna e Charlize Theron hanno seguito il regime della nutrizionista Gillian McKeith e sfoggiano silhuette invidiabili. A favore di tali diete insomma, ci sono soprattutto le testimonianze pesanti di artiste e vip che calcano i palcoscenici di tutto il mondo.

A favore delle diete classiche

A favore dei regimi dietetici che non vantano padrini o madrine illustri c’è la possibilità di assoluta personalizzazione. Questo tipo di dieta permette infatti di scegliere l’importo calorico più in linea con il proprio stile di vita e con il numero di chili che si è intenzionati a perdere. Si può optare insomma, per un apporto quotidiano di 1000 calorie se si fa un lavoro sedentario che non richiede un grande sforzo fisico, oppure salire anche a 1300/1400 calorie al giorno se si è abituati a praticare sport.

 

Lascia un commento

— required *

— required *