5 luoghi comuni sulla calvizie

La perdita dei capelli rappresenta un problema per molti

perdita dei capelliQuando si parla di perdita di capelli si pensa subito ad un problema prettamente maschile, ma questa non è certo la realtà: basti pensare che sono ben 11 milioni gli italiani affetti da questa patologia, con un incremento considerevole nella porzione di sesso femminile. Ma quali sono le cause della calvizie?

Questa malattia si lega a diversi fattori, primo fra tutti una forte componente genetica. A questo si associano poi abitudini alimentari scorrette e uno stile di vita poco equilibrato, tutti elementi che possono incidere in maniera importante sullo sviluppo della calvizie. Al contempo, però, sono tante le dicerie e i falsi miti che sono stati associati a questa malattia nel corso dei secoli, relativi non solo alle cause che provocano il problema, ma anche alle possibili cure e rimedi casalinghi che sarebbe in grado di correggere “miracolosamente” questo imbarazzante patologia.

I 5 luoghi comuni sulla calvizie: vero e falso

  1. Gli atleti sono più soggetti alla calvizie Non esistono studi scientifici che lo provino, l’unico elemento realmente verificato riguarda gli alti livelli di testosterone presenti negli sportivi o nelle persone che praticano sollevamento pesi rispetto ad un adulto normale.
  2. Se si tagliano spesso i capelli ricresceranno più forti e più sani Accorciare i capelli ha effetti unicamente sulla salute della parte recisa non certo sulla radice o sul cuoio capelluto; tagliare i capelli, quindi, non ha effetto sul rinfoltimento o sulla ricrescita dei capelli perduti.
  3. Lavare spesso i capelli li danneggia e li fa cadere Questa affermazione è falsa: un tempo si pensava che i lavaggi frequenti fossero una delle cause della calvizie, ma in realtà gli shampoo moderni sono molto più delicati di quelli utilizzati un tempo e non aggrediscono il cuoio capelluto come invece accadeva con le vecchie formulazioni.
  4. Con la menopausa aumenta la perdita dei capelli Effettivamente esistono studi che testimoniano la veridicità di questa affermazione: sono moltissime le donne che riscontrano un progressivo indebolimento dei capelli, che diventano opaci e soggetti a facile rottura.
  5. Massaggiare il cuoio capelluto aiuta la salute dei nostri capelli Verissimo! La frizione che si esercita quando massaggiamo il cuoio capelluto permette al sangue di affluire in maniera omogenea e favorisce la crescita sana e forte dei capelli.
Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*