Lonate, il futuro è nel cuore

Grazie alla Fondazione Iseni y Nervi, un centro di eccellenza per le malattie cardiovascolari

centri clinici gruppo iseny y nervi lonate pozzoloI Centri Clinici Gruppo Iseni Sanità sorgono a Lonate Pozzolo, alle porte di Malpensa. Da anni sono una delle cliniche di eccellenza nella diagnostica e nella medicina specialistica. Grazie alla Fondazione Iseni y Nervi, sono ora diventati anche un centro all’avanguardia per le diagnosi e la cura delle patologie cardiache. “Abbiamo creato un centro di eccellenza per dare a chi soffre di disturbi cardiaci delle soluzioni concrete e innovative – spiega il presidente della Fondazione, Fabrizio Iseni – è infatti fondamentale continuare ad investire nella salute. Considerato che – secondo i dati dell’Istituto Superiore della Sanità – da anni le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte in Europa, abbiamo ritenuto necessario sviluppare un polo super-specialistico proprio qui, alle porte di Malpensa, riunendo alcuni fra i migliori medici esperti nella cura delle malattie cardiovascolari e con apparecchiature di altissimo livello”.

Le malattie cardiovascolari in Italia hanno un impatto imponente sulla salute pubblica e sulle risorse sanitarie e economiche. Secondo i dati dell’Istat, in Italia la spesa per gli interventi cardiochirurgici è stimabile in circa 700 milioni di euro all’anno e rappresenta, da sola, l’1% della spesa sanitaria complessiva. I farmaci del sistema cardiovascolare, per un importo di oltre 5 miliardi di euro, sono infatti i più utilizzati in assoluto, con una copertura di spesa da parte del Sistema Sanitario Nazionale di quasi il 93%. Dati che fanno rabbrividire.

La prevenzione, la diagnosi e la cura precoce possono però ridurre drasticamente sia i livelli di mortalità sia la sofferenza per i pazienti sia i costi sociali. “È per questo motivo – spiega Fabrizio Iseni – che fra le modernissime apparecchiature mediche che abbiamo introdotto, vi è Synapse 3D, un software all’avanguardia che permette di visualizzare, sui monitor degli apparati di radiodiagnostica, le immagini del cuore in 3D, cioè in formato tridimensionale: una immagine del cuore completa in tutte le sue parti, con una qualità e una precisione tali da permettere ai medici di cogliere anche le più piccole anomalie sia a livello cardiaco sia a livello vascolare. Immagini mai viste prima che consentono una diagnosi immediata e precisa delle eventuali patologie, per una precisa valutazione della patologia e per avviare subito percorsi terapeutici adeguati”.

Info: www.clinica.it

 

 

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*