ElettroMioStimolazione: quale futuro?

Riduzione del peso corporeo, giovamento nella riabilitazione e nel processo d’invecchiamento, miglioramento delle performance sportive grazie alla tecnologia EMS abbinata a esercizi mirati. Questi e altri risultati scientificamente comprovati sono stati illustrati in occasione dell’evento

Si è svolto sabato 1° dicembre, nella prestigiosa cornice della Fondazione Stelline di Milano, “EMS Training: Safety, Health and Sport Performance”: il primo forum scientifico internazionale nel capoluogo lombardo, interamente dedicato all’EMS (ElettroMioStimolazione).

L’evento, organizzato dall’EMS – Institute, si è svolto con il patrocinio di enti d’eccellenza, quali il CONI, e in partnership con Urban Fitness, leader italiano del fast fitness con tecnologia EMS, e XBody.
Esperti di fama nazionale e internazionale si sono riuniti per discutere e confrontarsi sul nuovo trend che sta rivoluzionando il mondo del fitness e del benessere: l’utilizzo della tecnologia EMS abbinata all’esercizio fisico.

Adriano Silvestri, Socio Fondatore e Responsabile Sviluppo di Urban Fitness, ha commentato così la partnership con il Forum: “Siamo orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione di questo evento. Quattro anni fa, per primi, abbiamo portato in Italia questo metodo di allenamento, convinti che potesse rappresentare una rivoluzione non solo nell’ambito del fitness, ma della salute in generale. Gli studi presentati in occasione del Forum lo confermano. L’attenzione che il mondo scientifico, a livello nazionale e internazionale, sta dedicando al tema dell’EMS ci consente di disporre di evidenze e dati aggiornati per poter sviluppare programmi di allenamento costantemente in linea con gli ultimi ritrovati, attraverso un continuo confronto con il mondo scientifico che è alla base del nostro approccio.”

Nel corso del Forum sono stati illustrati i nuovi dati emersi dallo studio condotto dall’Università di Roma Tor Vergata, in collaborazione con Urban Fitness. Questa ricerca, nella sua prima fase, aveva dimostrato la totale sicurezza del metodo e l’efficacia in termini di aumento della potenza muscolare.

Il nuovo step dello studio rivela come la WB-EMS (Whole-body EMS), in aggiunta ad un percorso nutrizionale, migliori in maniera significativa tutti i parametri antropometrici esaminati.
Spiega il Prof. Stefano D’Ottavio, coordinatore scientifico della ricerca: “Abbiamo rilevato una modificazione significativa della composizione corporea, con una redistribuzione virtuosa della massa grassa e muscolare, a prova dell’efficacia già nel breve periodo dell’allenamento di resistenza mediante WB-EMS”.

Il metodo EMS agisce dunque positivamente sul dimagrimento. E’ scientificamente dimostrato. Ma c’è di più. Prosegue D’Ottavio: “La riduzione del peso e la maggiore efficienza muscolare sono state in grado di produrre un miglioramento precoce di diversi parametri metabolici. Soprattutto sono da sottolineare l’effetto su glicemia a digiuno e misure di insulino-resistenza, entrambi statisticamente significativi, e di riflesso sui trigliceridi plasmatici. Inoltre è stato rilevato un effetto positivo sulla pressione arteriosa sistolica con una tendenza al decremento.”

L’abbinamento della tecnologia EMS con uno specifico esercizio fisico favorisce anche il miglioramento delle performance in ambito sportivo. Lo studio presentato da Francisco J. Amaro Gahete (PhD student al Dipartimento di Fisiologia Medica – Università di Granada),che ha coinvolto alcuni runner, ad esempio, ha dimostrato come, abbinando un allenamento con EMS total body a esercizi mirati, si sia ottenuto un miglioramento in diversi ambiti: consumo di ossigeno, incremento della forza negli arti inferiori, economia del gesto, ossia quell’insieme di fattori metabolici, cardiovascolari, biomeccanici e neuromuscolari che incidono sulla performance.

Queste e molte altre sono state le evidenze scientifiche e le case history presentate a testimonianza dell’efficacia della tecnologia EMS, su diversi fronti. Ricordiamo, in particolare, il miglioramento della tonicità muscolare su persone che soffrono di sarcopenia, il rallentamento del processo di invecchiamento, la comprovata efficacia nei percorsi di riabilitazione.

Alessandro Barbero, Referente tecnico dell’EMS-Institute ha commentato così, al termine dell’evento: “Siamo molto soddisfatti del successo riscosso dal Forum. Per il nostro Institute il confronto costante con il mondo scientifico è fondamentale: i dispositivi EMS sono estremamente sofisticati, quindi è essenziale che i personal trainer che li utilizzano abbiano tutti i requisiti necessari per impostare un corretto allenamento e si formino costantemente sulla base degli ultimi ritrovati scientifici. EMS- Institute mira a fare proprio questo: garantire ai trainer una formazione di elevato livello, grazie a docenti altamente qualificati che integrano competenze basate sui più recenti studi nazionali e internazionali, e grazie all’esperienza di player leader di settore.”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*